Quando: 
da 8 Marzo 2022 a 30 Aprile 2022
Dove: 
via Roma 2
Descrizione: 

L'Amministrazione Comunale di Caprino Bergamasco, per far fronte all'emergenza conseguente all'aggressione militare all'Ucraina, ha avviato e sostiene le seguenti iniziative:

  • messa a disposizione della prefettura (attraverso l'ufficio sindaci dell'ATS Bergamo) di un alloggio tra quelli rientranti nelle disponibilità del Comune, per l'eventuale accoglienza dei profughi; 
  • partecipazione ad un tavolo di coordinamento delle iniziative di supporto e accoglienza che include i comuni limitrofi, le parrocchie, la Caritas; 
  • erogazione della somma simbolica di 1.000 € del bilancio comunale alla Caritas Diocesana per le attività emergenziali;
  • invito alle persone di nazionalità ucraina, residenti o domiciliate nel nostro Comune, a contattare l'Ufficio dei Servizi Sociali/Assistente Sociale per verificare eventuali azioni di sostegno e supporto (anche psicologico);
  • verifica della possibilità di ridurre i consumi energetici (principalmente riscaldamento) degli edifici pubblici comunali, scuole incluse, quale segnale di impatto e sensibilizzazione; 
  • invito a tutta la popolazione a rendere evidente il proprio coinvolgimento (anche emotivo) in questa emergenza, sia con azioni di sostegno che dimostrative, nella maniere ritenute più consone alle proprie disponibilità e ai propri valori, purché pacifiche.

Per quanto concerne gli aiuti, sebbene la Protezione Civile ci segnala che  "iniziative locali e spontanee sul territorio, pur lodevoli, non possono essere al momento supportate dal sistema di protezione civile nazionale e si sconsiglia l'attivazione di raccolte di fondi, materiali, beni di prima necessità e alimentari che non siano coordinate dal sistema di protezione civile nazionale, da Organizzazioni strutturate o dal Governo", per le quali è in corso la definizione delle regole di ingaggio, riteniamo tuttavia che le organizzazioni riconosciute a livello nazionale e internazionale (Caritas, UNHCR, Save the Children, Emergency ecc) abbiano le strutture, i mezzi e i contatti per potere intervenire già da subito, anche senza il supporto della Protezione Civile. Vi invitiamo a verificare le iniziative in atto sui siti web e pagine FB di tali associazioni.

La situazione è grave e i numeri di profughi che si prospettano sono impressionanti, ma noi non perdiamo la speranza di immaginare un futuro più sereno per coloro che stanno soffrendo, né la fiducia nella forza pacificatrice -e auspicabilmente pacifica- dell'Unione Europea.

Vi terremo informati di eventuali sviluppi sulle azioni intraprese o da intraprendere.

L'Amministrazione Comunale di Caprino Bergamasco