Gruppo Comunale “Giuseppe Decimo” Caprino Bergamasco

Responsabile: Sig. Francesco Rota
Indirizzo: P.zza Garibaldi, 6 
Telefono: 328.0210979  
Sito Internet: www.aidocaprino.it

La sua fondazione:

Peppino Torri, soprannominato Satana per la sua impetuosità caratteriale, ma di animo generoso ed altruista, preoccupato per le condizioni di salute della conoscente Sig.ra Mariuccia Persico, da tempo in dialisi, spronando i familiari della sig.ra Mariuccia ed altri suoi conoscenti, mise in moto l’idea di formare un gruppo locale sulla solidarietà e sulla donazione degli organi.
Peppino con l’amico Piero Persico, sapendo che in Bergamo già era stata avviata una simile iniziativa, coinvolsero alcuni associati Avis, tra i quali il dott. Passamonti (marito della sig.ra Mariuccia), il Sindaco di allora, il Sig. Gianpiero Baio e la consorte Angela Cattaneo, il fratello Gino Torri ed altri conoscenti ed amici, a questa nuova avventura.
Il 17 marzo 1973, ad un incontro presieduto da Giorgio Brumat, uno dei fondatori dell'Aido, viene invitata la cittadinanza perché sia informata sugli scopi ed i valori dell’associazione; nell’occasione si raccolgono le prime adesioni.
Il 9 settembre 1975 viene fondato il Gruppo Comunale Aido di Caprino B.sco e presidente dell'associazione viene nominato Piero Persico.

L’A.I.D.O. – Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule – Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS) – fondata a Bergamo, ha sede legale a Roma. E’ costituita tra i Cittadini favorevoli alla donazione volontaria, post mortem, anonima e gratuita di organi, tessuti e cellule a scopo di trapianto terapeutico.

1. E’ una organizzazione apartitica, aconfessionale, interetnica, senza scopo di lucro, fondata sul lavoro volontario. Essa opera nel settore socio-sanitario ed ha l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale.
2. L’Associazione è strutturata su tutto il territorio nazionale.

Finalità dell’A.I.D.O. sono:

1. promuovere, in base al principio della solidarietà sociale, la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule;
2. promuovere la conoscenza di stili di vita atti a prevenire l’insorgere di patologie che possano richiedere come terapia il trapianto di organi;
3. provvedere, per quanto di competenza, alla raccolta di dichiarazioni di volontà favorevoli alla donazione di organi, tessuti e cellule post mortem.

Attività dell'A.I.D.O.

a. promuove campagne di sensibilizzazione ed informazione permanente dei cittadini su tutto il territorio nazionale;
b. instaura rapporti e collaborazioni con Istituzioni ed Enti pubblici e privati ed Associazioni italiane e internazionali.
c. svolge attività di informazione nelle materie di propria competenza con particolare riferimento al mondo del lavoro, della scuola, delle Forze Armate, delle Confessioni religiose e delle Comunità sociali.
d. promuove e partecipa ad attività di formazione, informazione e sensibilizzazione e di sostegno alla ricerca scientifica nel campo del prelievo e trapianto di organi, tessuti e cellule;
e. promuove la conoscenza delle finalità associative e delle attività svolte attraverso la stampa associativa e materiale multimediale.

SOCI A.I.D.O.

1. Sono Soci dell’A.I.D.O. coloro che sottoscrivono la domanda di adesione e la dichiarazione di volontà favorevole alla donazione di organi, tessuti e cellule post mortem, e si impegnano a sostenere l’A.I.D.O. per i fini istituzionali.

Nel febbraio '76 viene a mancare un iscritto, Giuseppe Decimo, che fa dono delle cornee.
Al primo generoso Donatore è intestato il Gruppo Comunale.